Test d'acquisto di alcol

Dal 2007, FERARIHS è incaricata dalla Regia Federale degli Alcol (RFA) di raccogliere e analizzare i dati dei test d’acquisto di alcol realizzati in Svizzera.

I test d’acquisto di alcol sono utilizzati per controllare l’applicazione della legge sulla protezione della gioventù, che vieta la vendita di bevande fermentate (birra, vino, ecc.) ai minori di 16 anni e la vendita di bevande distillate (alcol forti, alcopops) ai minori di 18 anni.

Dopo diversi anni di test d’acquisto e di analisi dei risultati, possiamo affermare che questo strumento costituisce un buon modo di proteggere della gioventù, perché il tasso di vendita riscontrato diminuisce in seguito a molteplici controlli successivi, come mostrato nel grafico qui sotto. L’aumento a partire dal 2011 è dovuto all’introduzione dei test d’acquisto in nuovi cantoni.

 

Manuale

Ogni anno, numerose istituzioni realizzano dei test d’acquisto su tutto il territorio svizzero. Allo scopo di armonizzare le procedure, nel 2009 è stato creato un manuale per eseguire i test d’acquisto, in collaborazione con la RFA, che comprende dei consigli per qualsiasi istituzione che desideri effettuare dei test d’acquisto.

Manuale completo di FERARIHS  (PDF aggiornato - maggio 2014)

Allegati del manuale (PDF aggiornato)

Guida pratica condensata della RFA (PDF)

 

Risultati 2012

Nel 2012, sul territorio svizzero sono stati realizzati 6'000 test d’acquisto, dato che conferma che i controlli realizzati ogni anno sono in aumento, nonostante viga l’incertezza a riguardo delle basi legali di questo strumento. Inoltre, possiamo costatare che il 28.8% dei test d’acquisto si sono terminati con una vendita, tasso che costituisce una diminuzione rispetto al 2011 (30.4%).

Nel 74.2% dei test d’acquisto, i venditori hanno chiesto l’età o la carta d’identità dei giovani. Tuttavia, questo tasso si abbassa al 36% quando si prendono in considerazione i test d’acquisto terminatosi con una vendita. Questa tendenza sottolinea l’importanza degli sforzi che si devono ancora fare per incoraggiare il controllo dell’età.

Le stazioni di servizio costituiscono il tipo di punto di vendita più testato, ma anche quello che présenta il tasso di vendita più basso (16.6%). Al contrario, i giovani riescono meglio a procurarsi dell’alcol durante le manifestazioni puntuali, come le feste o i festival (54.1%), o le manifestazioni sportive (38 %).

La vendita è più facilmente conclusa quando i giovani cercano di acquistare dell’alcol distillato (37.7%), comparato a quello distillato (22.9 %). Inoltre, il tasso di vendita dopo le ore 19 (33.4 %) è più elevato di quello durante il giorno (21.9 %).

Per ottenere dei risultati più dettagliati, potete consultare il rapporto annuale (in aggiornamento) o il comunicato stampa della RFA.

 

Altri link :

RFA – Prevenzione/tutela della gioventù

RFA – Pubblicazioni sulla protezione/tutela della gioventù